Gaianews

marte

  • Curiosity fornirà livello radiazioni su Marte per future missioni umane

    Curiosity fornirà livello radiazioni su Marte per future missioni umane

    I nuovi dati raccolti su Marte dal rover tuttofare Curiosity sui modelli di vento e sulle radiazioni sulla superficie marziana dovute alle particelle cariche stanno aiutando gli scienziati a capire meglio l’ambiente del Pianeta Rosso, in vista di future missioni umane

  • Curiosity: polvere marziana simile al materiale vulcanico delle Hawaii

    Curiosity: polvere marziana simile al materiale vulcanico delle Hawaii

    Il rover marziano della NASA Curiosity ha portato a termine alcuni esperimenti iniziali che mostrano che la mineralogia del suolo marziano è simile a quella della Terra, in particolare ai terreni basaltici di origine vulcanica delle Hawaii

  • Da dove viene la Luna? Nuove prove confermano teoria di impatto gigante

    Da dove viene la Luna? Nuove prove confermano teoria di impatto gigante

    E’ una domanda a cui da decenni gli astronomi stanno cercando una risposta: come di è formata la Luna? Ora uno scienziato americano afferma di aver scoperto finalmente la prova che la Luna sarebbe nata in un gigantesco impatto tra un corpo celeste delle dimensioni di Marte e una primordiale Terra, completamente differente da come la conosciamo ora

  • Nasa conferma: l’oggetto brillante apparteneva a Curiosity

    Nasa conferma: l’oggetto brillante apparteneva a Curiosity

    La Nasa ha confermato che l’oggetto brillante osservato dalle telecamere di Curiosity è un piccolo pezzo del rover marziano che si è apparentemente staccato, cadendo nella polvere del pianeta rosso

  • Curiosity avvista un oggetto luminoso su Marte

    Curiosity avvista un oggetto luminoso su Marte

    Il Rover Cuuriosity è stato distratto oggi da un oggetto luminoso non ancora identificato. Con tutta probabilità si tratta di un pezzo meccanico del robot stesso o di uno dei rover che l’ha preceduto su Marte, ma per il momento le attività di recupero di campioni di terreno in cui il rover era impegnato, sono sospese: se infatti la strumentazione del rover dovesse impattare contro qualche rifiuto metallico potrebbe danneggiarsi irreparabilmente

  • Curiosity raccoglie il primo campione di suolo marziano (video)

    Curiosity raccoglie il primo campione di suolo marziano (video)

    Il video della NASA mostra il primo materiale marziano raccolto e mantenuto in una paletta presente sul braccio robotico di Curiosity, il famoso rover marziano della NASA. Il materiale viene fatto vibrare all’interno della paletta dopo che è stato raccolto da terra. La videocamera del rover Mastcam ha registrato questa attività durante il 7 ottobre 2012. La posizione del rover durante questo campionamento era un piccolo spiazzo chiamato “Rocknest”.

    Curiosity pronto a studiare il suolo marziano

  • Curiosity pronto a studiare il suolo marziano in cerca di vita

    Curiosity pronto a studiare il suolo marziano in cerca di vita

    Curiosity torna a far parlare di sé. La Nasa ha infatti appena annunciato che che il rover marziano si trova nel punto giusto per iniziare a collezionare ed analizzare campioni di suolo marziano all’interno del suo laboratorio mobile in cerca della vita. L’analisi chimico-fisica dei campioni di suolo marziano è il fulcro della missione di due anni di Curiosity

  • Missione ExoMars: per direttore Esa si procede come previsto

    Missione ExoMars: per direttore Esa si procede come previsto

    Al Congresso Internazionale di Astronautica che si sta tenendo in questi giorni a Napoli ha parlato un ospite d’eccezione, il direttore generale dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) Jean-Jacques Dordain, che ha subito voluto precisare che l’enorme successo del rover marziano della Nasa Curiosity non rallenterà i progetti per mandare un rover europeo su Marte. Missione ExoMars: si […]

  • Marte: Curiosity conferma la presenza di un antico torrente marziano

    Marte: Curiosity conferma la presenza di un antico torrente marziano

    Il rover della NASA Curiosity durante la sua missione ha scoperto le prove geologiche della presenza di impetuosi torrenti storicamente correvano lungo tutta la superficie di Marte. Questa è stata una conferma di quanto supposto dai ricercatori, che avevano osservato già delle analogie tra i declivi di Marte e quelli alluvionali sulla Terra

  • Ecco la foto con i resti dell’antico corso d’acqua su Marte

    Ecco la foto con i resti dell’antico corso d’acqua su Marte

    Come avevamo anticipato stamane, il rover tuttofare della NASA Curiosity ha finalmente immortalato qualcosa di interessante su Marte, ossia delle pietre che mostrano (ad un occhio esperto) di essere state levigate da un corso d’acqua

    Curiosity trova letto di un antico corrente d’acqua

  • Segni di presenza dell’acqua su Marte: Curiosity ha trovato il letto di un antico torrente

    Segni di presenza dell’acqua su Marte: Curiosity ha trovato il letto di un antico torrente

    Le immagini dalla telecamera ad albero di Curiosity ha ripreso ghiaia che crea un alveo come se in passato avesse dovuto accogliere  il flusso di acque superficiali . Lo si deduce dalla forma arrotondata i alcune pietre.  Le pietre hanno dimensioni da un granello di sabbia ad una pallina da golf

    GUARDA LA FOTO

  • Curiosity è entrato in contatto con la prima roccia marziana

    Curiosity è entrato in contatto con la prima roccia marziana

    Il rover della NASA Curiosity ha concluso la sua prima analisi ravvicinata di una roccia marziana con il suo braccio robotico, entrando in contatto con essa per la prima volta il 22 settembre per capire di quali elementi chimici era formata

  • Marte, Curiosity è pronto a ‘sparare’ su una roccia marziana

    Marte, Curiosity è pronto a ‘sparare’ su una roccia marziana

    Il rover della NASA Curiosity si è spostato fino a raggiungere una roccia da studiare, delle dimensioni di un pallone da calcio, che sarà pa prima vera prova per il braccio robotico del rover marziano. Curiosity si trova a circa 2,5 metri dalla roccia e ha percorso circa metà della strada che separa il luogo di atterraggio dalla sua destinazione, che si chiama Glenelg

  • Test del braccio di Curiosity quasi completi, presto si riparte

    Test del braccio di Curiosity quasi completi, presto si riparte

    La squadra di ingegneri che lavora al rover marziano della NASA Curiosity ha annunciato ieri sera che i test del braccio robotico sono quasi conclusi e presto il rover potrà iniziare ad esaminare la sua prima roccia marziana.Le prove con il braccio, lungo 2,1 metri, hanno permesso al team della missione di assicurarsi che rispondesse esattamente come si aspettavano  alle difficili condizioni di temperatura e gravità marziane.

  • Marte, scoperte nevicate di anidride carbonica al polo sud

    Marte, scoperte nevicate di anidride carbonica al polo sud

    La scoperta delle nevicate potrebbe significare che esiste un ciclo annuale e che le nevi che si depositano ogni anno permettono alla riserva di ghiaccio di mantenersi perenne. Se confermato, si tratterebbe dell’unico esempio conosciuto di neve di anidride carbonica nell’intero sistema solare

  • Nuovo autoscatto di Curiosity su Marte

    Nuovo autoscatto di Curiosity su Marte

    Il rover marziano della Nasa Curiosity ama l’autoscatto. Ha infatti rivolto una delle 17 telecamere di cui è dotato su se stesso e ha scattato una suggestiva foto con il paesaggio marziano sullo sfondo. Ovviamente, al di là delle antropizzazioni, sono stati gli ingegneri da terra a scattare la foto, forse per osservare eventuali danni visibili subiti dal rover o forse per tenere alto il gradimento della missione qui sulla Terra.
    L’immagine, che è stata ‘scaricata’ da Marte ieri, viene dal Mars Lens Imager, o Macli, una telecamera montata alla fine del braccio snodato di Curiosity, che misura  ben 2,1 metri di lunghezza.
  • Curiosity annusa l’aria di Marte in cerca di metano

    Curiosity annusa l’aria di Marte in cerca di metano

    Il rover marziano Curiosity della Nasa ha ‘annusato’ per la prima volta l’atmosfera marziana, per determinarne la composizione. Marte, a differenza della Luna che non può possedere un’atmosfera, possiede un sottile strato di gas che l’avvolge, e che permette anche l’uso dei paracadute (come nel caso di Curiosity lo scorso 5 agosto). Il robot ha […]

  • Curiosity, test del braccio robotico dopo una ‘passeggiata marziana’ di 109 metri

    Curiosity, test del braccio robotico dopo una ‘passeggiata marziana’ di 109 metri

    PASADENA, California – Dopo aver percorso una distanza pari a circa un campo da calcio e ormai lontano dal luogo dello sbarco, il rover tuttofare della NASA Curiosity si è preso una pausa di riflessione e passerà alcuni giorni a prepararsi per l’uso completo degli strumenti presenti sul suo braccio robotico. Curiosity ha esteso il […]

  • Curiosity è partito per il suo lungo viaggio verso Glenelg

    Il rover Curiosity ha cominciato  a svolgere il suo ruolo di esploratore di Marte. Ha lasciato il luogo dell’atterraggio e ha cominciato a dirigersi verso Glenelg, un luogo scelto dagli scienziati perchè particolarmente interessante dal punto di vista della composizione del terreno. Glenelg è a 400 metri, ma Curiosity impiegherà alcune settimane per raggiungerlo. Qunado […]

  • Curiosity invia per la prima volta una canzone da Marte sulla Terra

    Per la prima volta nella storia, un brano registrato è stato inviato sulla Terra da un altro pianeta. La canzone “Reach for the Stars” del musicista will.i.am è stata trasmesso dal rover Curiosity in missione su Marte. La canzone è stata ascoltata da un gruppo di studenti in visita al JPL. L’evento, finalizzato all’educazione dei […]