Gaianews

Virus molto contagioso minaccia le api di tutto il mondo

Scritto da Redazione di Gaianews.it il 10.06.2012

Foto: L. Brian Stauffer

Il Colony Collapse Disaster è un fenomeno che colpisce le colonie di api mellifere e di cui già molte ricerche si sono occupate. Ora alcuni ricercatori delle Hawaii e del Regno Unito hanno studiato gli effetti di un acaro chiamato ‘Varroa’  sulle api. Pare infatti che questo acaro causi una particolare patologia che potrebbe essere legata al CCD e che, anche se ora è rintracciabile solo nelle Hawaii potrebbe minacciare le colonie di tutto il mondo con ingenti perdite economiche. Il valore comerciale attuale delle api come impollinatori negli Stati Uniti è stimato a circa $ 15 – $ 20 miliardi all’anno.

La ricerca condotta alle Hawaii dai ricercatori della Sheffield University, dalla Marine Biological Association, da FERA e dalla University delle Hawaii è stata riportata sulla rivista Science.

I ricercatori hanno dimostrato  come Varroa, che è un acaro parassita delle api, abbia causato il DWV, Deformed Wing Virus, “Il virus che deofrma le ali ” – un agente patogeno virale tristemente noto perchè ha aumentato la sua frequenza nelle colonie di api dal 10 al 100%.

Questo cambiamento è stato dovuto ad un numero altissimo di particelle virali che infettano ogni ape attraverso gli acari e ad una massiccia riduzione nella diversità del ceppo virale che ha portato alla nascita di un unico ceppo ‘virulento’ DWV.
DWV si trasmette tra le api attraverso l’alimentazione o durante l’accoppiamento. Tuttavia gli acari  introducono il virus direttamente nel sangue e creano un nuovo modo di trasmissione virale che esclude molte delle barriere naturali di difesa delle api.
Il DWV è un virus molto piccolo, ha una struttura simile alla polio e ha solo nove geni.
Come si intende dal nome, in alcuni casi il virus può deformare le ali delle api , ma questo non succede sempre.

L’acaro e il nuovo ceppo virulento di virus sono ormai una presenza stabile nelle isole Hawaii, ma i ricercatori sostengono che  il panorama virale emergente è lo specchio di ciò che succederà nel resto del mondo dove si trova l’acaro Varroa.

Varroa è un acaro di grandi dimensioni (x1mm ~ 1,5 mm) che vive sulla superficie delle api, alimentandosi del loro sangue e riproducendosi in mezzo a loro. Varroa si è diffuso nelle Hawaii fra il 2009 e il 2010 ed è stato osservato per studiare l’evoluzione dei virus nelle api.
L’acaro facilita la diffusione di virus, agendo come serbatoio virale e incubatore, anche se i quattro tipici virus delle api, spesso associati con il CCD, non sono stati influenzati da Varroa nelle Hawaii.

Varroa è probabilmente connesso con il CCD e con l’OCL, l’altro fenomeno in cui si disperdono colonie di api svernanti. Inoltre il ceppo virulento patogeno non scompare o diminuisce se vengono eliminati gli acari.

Inoltre il ceppo sembra essere lo stesso in luoghi diversi della Terra per questo ci sono alte probabilità che si diffonda in maniera omogenea a tutte le colonie di api mellifere.

I ricercatori ci tengono però a precisare che questo virus non risolve tutti i misteri legati al Colony Collapse Disaster.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA