Gaianews

Ricerca medica

  • Mandorle aiutano a ridurre il rischio di diabete di tipo 2 e malattie cardiache

    Negli Stati Uniti l’obesità e le malattie legate all’alimentazione vanno assumendo da tempo i contorni di una grave epidemia, che nei prossimi è destinata a peggiorare. Con quasi 16 milioni di americani che vivono oggi con prediabete, una condizione che è il preludio al diabete di tipo 2, e la metà di tutti gli americani […]

  • Crescita corteccia prefrontale fa maturare il cervello umano a 40 anni

    In alcuni Paesi si diventa maggiorenni a 21 anni, in Italia a 18 anni, addirittura in alcuni stati anche 16 anni possono bastare perché la legge ci consideri individui maturi. Per la scienza, invece, non bastano 40 anni, secondo l’ultimo annuncio che avverte che la corteccia prefrontale del cervello umano smette di crescere solo a […]

  • Comportamenti in vivo e in vitro diversi in importante meccanismo di secrezione della cellula

    L’esocitosi, il processo fondamentale attraverso cui le cellule secernono ormoni come l’insulina e altre sostanze utili in biologia, è regolata molto diversamente negli esseri viventi rispetto alle culture in laboratorio di tessuti e organi espiantati, secondo una ricerca presentata alla American Society of Cell Biology, in occasione della 50-sima riunione annuale a Philadelphia. I risultati, […]

  • Fumo causa oltre un terzo dei casi di artrite reumatoide grave

    Il fumo è un importante fattore di rischio prevenibile per l’artrite reumatoide. Infatti, questa abitudine potrebbe essere legata a più di un terzo dei casi della forma più grave e comune di artrite reumatoide, secondo una recente ricerca pubblicata online in Annals of the Rheumatic Diseases. Inoltre, il fumo è importante in più della metà […]

  • Nuove scoperte rendono più difficile per l’HIV nascondersi dai farmaci

    Il virus che causa l’AIDS è camaleontico. Ad ogni nuova copia del virus HIV nel corpo degli esseri umani, esso si trasforma continuamente in forme che possono sfuggire anche ai migliori cocktail farmacologici odierni. Comprendere esattamente come l’HIV cambia durante la sua riproduzione all’interno di una cellula umana ospite è la chiave per sviluppare test […]

  • Siamo alle soglie dei primi computer biologici?

    Cellule geneticamente modificate possono essere fatte comunicare tra loro come se fossero circuiti elettronici. Utilizzando cellule di lievito, un gruppo di ricercatori dell’Università di Göteborg, in Svezia, ha fatto un passo rivoluzionario verso la possibilità di costruire sistemi complessi per cui in futuro le cellule del nostro corpo potrebbero aiutarci a mantenerci sani. Lo studio […]

  • Tumore alla prostata, nel succo di melograno sostanze che inibiscono le metastasi

    RIVERSIDE, California – I ricercatori della Università di California, Riverside hanno identificato alcuni componenti del succo di melograno che inibiscono il movimento delle cellule tumorali e indeboliscono la ricezione di un segnale chimico che favorisce la metastasi del cancro alla prostata nelle ossa (e nel midollo). La ricerca potrebbe portare a nuove terapie per prevenire […]

  • Cellule staminali: ottenuto primo tessuto intestinale funzionante (anche pancreas)

    Per la prima volta gli scienziati hanno creato tessuto intestinale umano funzionante in laboratorio da cellule staminali pluripotenti. Una ricerca collegata riesce a ottenere tessuto pancreatico, sempre funzionante. In uno studio pubblicato online il 12 dicembre da Nature, gli scienziati del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center hanno affermato che le loro scoperte apriranno le porte […]

  • Nuova tecnica testata su virus dell’HIV permetterà di capire meglio resistenza a farmaci

    Si stima che 38 milioni di persone in tutto il mondo siano state infettate con HIV ad oggi, e 4,1 milioni circa di nuovi infetti si aggiungono ogni anno alla lista. Affinché gli scienziati possano progettare terapie di trattamento che sono efficaci nel lungo termine è indispensabile per saperne di più su come il virus […]

  • Mappato DNA fetale dal sangue della madre senza amniocentesi

    Le donne incinte potranno in futuro evitare il rischio associato ai correnti metodi di screening prenatali come l’amniocentesi attraverso una nuova tecnica che esegue la scansione del genoma di un feto utilizzando solo un piccolo campione di sangue della madre, secondo un nuovo studio pubblicato su Science Translational Medicine dell’8 dicembre. I risultati possono fornire […]

  • Cellule staminali, un nuovo passo per curare le malattie cerebrali

    Gli scienziati hanno creato un modo per isolare le cellule staminali neurali – le cellule che danno origine a tutti i tipi di cellule del cervello – dal tessuto cerebrale umano con una precisione senza precedenti, un passo importante verso lo sviluppo di nuovi trattamenti per malattie del sistema nervoso come il Parkinson e il […]

  • Nuovo farmaco in vista contro il prione, causa del morbo della mucca pazza

    La gioia di mangiare un succoso hamburger c’era passata, qualche tempo fa, a causa dello scandalo della mucca pazza, che terrorizzò milioni di persone nel mondo per il reale pericolo di contagio del terribile morbo che affligge il sistema nervoso centrale dai bovini all’uomo. Ebbene, la spensieratezza nell’addentare un hamburger potrebbe tornarci grazie una nuova […]

  • Agopuntura cambia la percezione del dolore da parte del cervello

    L’agopuntura è un’antichissima pratica cinese che oggi si è diffusa in tutto il mondo, usata per guarire molte patologie e che viene vista da molti medici occidentali come poco più che placebo. Tuttavia, non è mai stato semplice stabilire scientificamente la sua efficacia. Ora, utilizzando la risonanza magnetica funzionale (fMRI), i ricercatori hanno catturato le […]

  • Più vicini all’elisir di lunga vita, ricerca uscita su Nature promette trattamento antietà

    Alcuni scienziati affermano di aver compiuto un importante passo verso l’inversione del processo di invecchiamento nei topi. Il ringiovanimento di tessuti usurati nel tempo e a causa di processi naturali che avvengono all’interno delle cellule potrebbero essere fermati se le ricerche saranno confermate anche sull’uomo. Gli esperimenti sono stati effettuati su cavie di laboratorio “attempate” […]

  • Una dieta con alti valori di colesterolo provoca danni al cervello

    Una ricerca del Laboratorio di Psichiatria e di Ricerca Sperimentale sull’Alzheimer presso l’Università Medica di Innsbruck (Austria) hanno dimostrato che l’alto tasso di colesterolo contenuto nei grassi in una dieta somministrata a cavie le esponeva a patologie simili alla malattia di Alzheimer. I risultati sono stati pubblicati dal dott. Christian Humpel sulla rivista Molecular Cellular […]

  • Cancro crea propri vasi sanguigni con cellule staminali tumorali

    Due ricerche indipendenti, una italiana e una americana, uscite su Nature rivelano che i tumori sono in grado di crearsi i propri vasi sanguigni, e non si limitano ad accrescere quelli già esistenti. Questi studi svelerebbero anche il motivo dell’inefficacia di una nuova classe di farmaci che sembrava invece molto promettente. E la notizia nella […]

  • Obesità infantile legata a problemi cardiovascolari e metabolici da adulti

    Brutte notizie per quanto riguard l’obesità infantile, un problema sempre più diffuso nei paesi ricchi e in forte espansione anche in Italia. Ci sono crescenti evidenze che legano l’obesità infantile ad un maggiore rischio di obesità, problemi di cuore, diabete di tipo 2 e altri problemi circolatori e metabolici nell’età adulta. Questa scoperta è stata […]

  • Perché così tanti anticorpi non riescono a proteggere contro l’infezione da HIV?

    Di seguito presentiamo gli interessanti risultati di uno studio finanziato  dalla Bill & Melinda Gates Foundation. A Durham, nel North Carolina, i ricercatori sono stati ostacolati da anni per il fatto che le persone infettate dal virus dell’AIDS producono anticorpi in risposta al patogeno – anticorpi che si rivelano inefficaci nel bloccare l’infezione. Ora, gli […]

  • Negli adolescenti il binge drinking (bere compulsivamente fino a ubriacarsi) fa rischiare la depressione in futuro

    Gli adolescenti che attuano il cosiddetto binge drinking, cioè bevono fino a ubriacarsi pesantemente, possono mettere se stessi a rischio di sviluppare disturbi dell’umore come ansia e depressione in età adulta, secondo un rapporto dei ricercatori della Loyola University Health System. Il nuovo studio ha trovato che l’esposizione delle cavie adolescenti a grosse quantità di […]