Gaianews

Fisica

  • Svelata la rotazione del nucleo della Terra

    Svelata la rotazione del nucleo della Terra

    Il nucleo terrestre è l’involucro più interno del nostro pianeta. Ha uno spessore di 3500 chilometri ed una densità elevatissima. Da osservazioni astronomiche, fisiche, ma soprattutto sismologiche, la sua composizione è sempre stata ritenuta costituita da materiali pesanti, essenzialmente ferro e, in misura minore, nichel.   Nel 1936, il primo modello strutturale della Terra dovuto […]

  • Determinata la carica debole nei protoni

    Determinata la carica debole nei protoni

    I ricercatori del Department of Energy’s Thomas Jefferson National Accelerator Facility (Jefferson Lab) hanno trovato una significativa evidenza sperimentale dell’esistenza di una carica debole nei protoni. L’articolo che è stato accettato per la pubblicazione dalla rivista  Physical Review Letters promette novità anche nello studio di altre particelle, in particolare il neutrone, il quark up e il quark down. […]

  • Dalle Transizioni di Fase novità sull’evoluzione dell’Universo

    Dalle Transizioni di Fase novità sull’evoluzione dell’Universo

    Un gruppo di ricercatori dell’Università di Trento e dell’Ino-Cnr ha condotto uno studio sui difetti nelle transizioni di fase di non equilibrio, ad esempio tra la fase isotropa e la fase nematica di un cristallo liquido, mostrando l’analogia formale tra la descrizione di quello che, verosimilmente, fu il meccanismo responsabile della nascita di difetti cosmici nell’Universo primordiale […]

  • Simulata in laboratorio l’evoluzione dell’Universo primordiale

    Simulata in laboratorio l’evoluzione dell’Universo primordiale

    CHICAGO- Un team di ricercatori della Chicago University ha riprodotto in laboratorio uno scenario molto simile a come doveva essere l’Universo pochi istanti dopo il Big Bang. Gli scienziati ritengono di aver simulato l’evoluzione della struttura dell’universo primordiale. Cheng Chin, professore di fisica a Chicago è anche il primo autore dell’articolo che si intitola From Cosmology to Cold […]

  • Ancora una conferma sull’esistenza dell’elemento 115

    Ancora una conferma sull’esistenza dell’elemento 115

    Un team internazionale di ricercatori ha presentato nuove prove che confermano l’esistenza dell’elemento chimico superpesante 115. L’esperimento è stato condotto presso il GSI Helmholtz Center for Heavy Ion Research, un laboratorio con un acceleratore di particelle situato a Darmstadt, in Germania che si dedica principalmente alla ricerca di nuovi elementi della tavola periodica

  • Teletrasporto quantistico premendo un bottone

    Teletrasporto quantistico premendo un bottone

    Mediante l’entanglement quantistico i ricercatori di Tokyo e Magonza sono riusciti a teletrasportare qubit fotonici con estrema affidabilità. Un passo avanti decisivo è stato quindi realizzato circa 15 anni dopo i primi esperimenti nel campo del teletrasporto ottico. Il successo dell’esperimento condotto a Tokyo è attribuibile all’uso di una tecnica ibrida in cui sono stati […]

  • Bosone di Higgs come ‘portale’ per accedere ad un nuovo tipo di fisica?

    Bosone di Higgs come ‘portale’ per accedere ad un nuovo tipo di fisica?

    Due fisici americani hanno proposto l’idea che il bosone di Higgs possa rappresentare il capostipite di nuovo tipo di particelle che spiegherebbe la presenza della sfuggente energia oscura, uno dei più grandi misteri della fisica delle particelle e della cosmologia

  • Stoccolma: alcune idee per una fisica “all’ombra del Modello Standard”

    Stoccolma: alcune idee per una fisica “all’ombra del Modello Standard”

    Il Modello Standard, che ad oggi è la spiegazione più completa della struttura dell’Universo, non è in grado di spiegare fenomeni come la materia oscura o l’interazione gravitazionale tra le particelle. I fisici sono quindi alla ricerca di una teoria più fondamentale – una specie di “nuova fisica” – che però non è per ora […]

  • Occhiali galattici per mappare i quasar

    Occhiali galattici per mappare i quasar

    Un team internazionale di astronomi potrebbe aver scoperto un nuovo metodo per mappare i quasars, le regioni energetiche che si trovano al centro delle galassie molto distanti da noi. A coordinare la ricerca è il Prof. Andy Lawrence, docente all’Università di Edinburgh, che presenta proprio oggi i risultati ottenuti in un paper che leggerà al National Astronomy Meeting che si tiene alla Royal Astronomical Society a St Andrews, in Scozia

  • Quanto è sicura la crittografia quantistica?

    Quanto è sicura la crittografia quantistica?

    I sistemi di comunicazione quantistica offrono la promessa di fornire una cifratura praticamente inviolabile. A differenza della crittografia classica, che viene utilizzata per inviare dati protetti su reti la cui sicurezza dipende dalla difficoltà di risolvere problemi matematici, come la fattorizzazione di grandi numeri, la crittografia quantistica dovrebbe essere, almeno in linea di principio, non […]

  • Un simulatore quantistico per i materiali magnetici

    Un simulatore quantistico per i materiali magnetici

     Sappiamo spiegare perché un magnete si attacca a certe superfici metalliche. Ma ci sono forme più esotiche di magnetismo le cui proprietà restano ancora in parte sconosciute, nonostante decenni di intense ricerche. Un passo importante per colmare queste lacune proviene dalle ricerche di un gruppo di fisici, coordinati da Tilman Esslinger. Il team ha sviluppato […]

  • Un nuovo principio spiega la natura quantistica della realtà?

    Un nuovo principio spiega la natura quantistica della realtà?

    Corsin Pfister e Stephanie Wehner del Centre for Quantum Technologies dell’Università Nazionale di Singapore affrontano la questione della natura quantistica della realtà in un articolo pubblicato su Nature Communications. Atomi, elettroni e fotoni sono pieni di sorprese. Possono essere in più di un posto alla volta, non hanno proprietà definite – per lo meno finché […]

  • Il grafene ridefinisce l’ampere

    Il grafene ridefinisce l’ampere

    CAMBRIDGE – Una innovazione del National Physical Laboratory (NPL) dell’Università di Cambridge sembra condurre ad una ridefinizione dell’ampere nei termini delle costanti fondamentali della fisica. Un esperimento con il grafene descritto nella rivista Nature Nanotechnology fornisce la velocità del flusso di elettroni necessari per creare un nuovo standard per la corrente elettrica in base alla […]

  • Nuova tecnica non distruttiva per misurazioni su scala atomica

    Nuova tecnica non distruttiva per misurazioni su scala atomica

    Migliorare la comprensione del cervello umano, raccogliere informazioni sull’origine del nostro universo attraverso la rivelazione delle onde gravitazionali oppure aumentare la precisione dei sistemi GPS sono tutte sfide difficili, perché richiedono la capacità di visualizzare elementi altamente fragili, che possono essere danneggiati da qualsiasi tentativo di osservarli. Ora un team di ricercatori afferma che la fisica quantistica può fornire una soluzione a questa difficoltà

  • Manipolare i qubit con il laser

    Manipolare i qubit con il laser

    Utilizzando la luce, i ricercatori della UC di Santa Barbara sono riusciti a manipolare lo stato quantistico di un singolo atomo di diamante usando un fascio di fotoni sparato da un laser puntato su uno dei “difetti” delle punte di diamante, tecnicamente conosciuto come nitrogen-vacancy center (NV). I risultati sono pubblicati nell’ultimo numero della rivista […]

  • Creati meta-atomi in grado di condurre la luce

    Creati meta-atomi in grado di condurre la luce

    MISSOURI – Un gruppo di ricercatori della University of Science and Technology  del Missouri ha creato atomi capaci di fungere da “tunnel” per la luce. La ricerca è stata pubblicata nella rivista Physical Review B. Grazie a questa scoperta, le possibili applicazioni tecnologiche sono varie: dalla banda ai dispositivi ottici, che attualmente si basano su […]

  • Una fase superionica dell’acqua potrebbe essere diffusa su Nettuno e Urano

    Una fase superionica dell’acqua potrebbe essere diffusa su Nettuno e Urano

    AUSTRALIA – Mentre tutti conoscono l’acqua nello stato liquido, ghiacciato, e nelle fasi gassose, meno noto è il fatto che l’acqua può anche esistere in molti altri stati, a diversi livelli di temperatura e di pressione. Poco conosciuta è la fase superionica, che si presenta in uno stato identico al ghiaccio, ma che può esistere […]

  • LHC osserva nuove differenze tra materia e antimateria

    LHC osserva nuove differenze tra materia e antimateria

    Perché l’universo è composto di materia e non di antimateria? A questa domanda sta tentando di dare una risposta il più grande acceleratore di particelle di tutti i tempi, e già qualche indizio c’è. La collaborazione LHCb al CERN ha infatti presentato uno studio che misura la prima asimmetria materia-antimateria nei decadimenti della particella conosciuta come la B0s

  • Astrofisica ad alte energie: nuovi dati sul Blazar PKS 1424+240

    Astrofisica ad alte energie: nuovi dati sul Blazar PKS 1424+240

    PASADENA – I Blazar sono i più luminosi nuclei galattici attivi, molti dei quali emettono raggi gamma di alta energia. Una recente ricerca, che si basa sull’osservazione di un Blazar chiamato PKS 1424+240, la fonte più lontana di raggi gamma ad alta energia ad oggi conosciuta, ha rivelato che il suo spettro di emissione appare […]

  • Create nuove fibre ottiche per tramettere fasci di fotoni

    Create nuove fibre ottiche per tramettere fasci di fotoni

    MILWAUKEE – Un gruppo di ricercatori dell’Università del Wisconsin (UWM) ha scoperto un nuovo meccanismo per trasmettere fasci di fotoni attraverso le fibre ottiche. La scoperta segna la prima applicazione pratica di un fenomeno fisico ipotizzato nel 1958 (che valse il Nobel per la fisica nel 1977). Lo studio, finanziato dalla National Science Foundation, è stato […]