Gaianews

Clima

  • Oceani mai così caldi come oggi

    Oceani mai così caldi come oggi

    Se qualcuno nutrisse ancora qualche dubbio sui cambiamenti climatici in atto, nonostante le variazioni qualitative e quantitative delle precipitazioni, la mancata estate di quest’anno e le alluvioni che stanno imperversando un po’ ovunque, non ha che da aggiungere alla lista delle ‘anomalie’ climatiche anche quanto è stato riscontrato da Axel Timmermann, climatologo dell’Università delle Hawaii. […]

  • Esiste un legame tra cambiamenti climatici e nuove malattie

    Esiste un legame tra cambiamenti climatici e nuove malattie

    Il cambiamento del clima può influenzare, direttamente o indirettamente, la salute umana. Oltre ad un aumento dei rischi di precipitazioni anomale, inondazioni, siccità e ondate di calore, nonché danni per il territorio, sono stati individuati anche i rischi per la salute. In particolare, si stanno manifestando nuove malattie causate da agenti infettivi, quali virus, batteri, […]

  • I microbi nel permafrost amplificano cambiamento climatico globale

    I microbi nel permafrost amplificano cambiamento climatico globale

    I microbi del suolo potrebbero essere potenzialmente considerati tra i più grandi amplificatori al mondo del cambiamento climatico causato dall’uomo. Ma per gli scienziati rimane in sospeso un interrogativo: sapere se siano le comunità microbiche a dipendere dall’ambiente o siano piuttosto componenti attivi dell’ambiente che influiscono sul cambiamento del clima. Ora, la ricerca di un […]

  • Vegetazione del Medio Oriente resistente ai cambiamenti climatici

    Vegetazione del Medio Oriente resistente ai cambiamenti climatici

    Gli ecosistemi del Medio Oriente ospitano un gran numero di specie uniche, incluse quelle da considerare le ‘antenate’ di molte colture utilizzate oggi nel mondo. Eppure, il clima di questa regione è arido in maniera allarmante. Per ogni persona che vive lì, esiste la disponibilità di una piccola quantità d’acqua e per il futuro è […]

  • Resistere al global warming? Per le piante è una questione genetica

    Resistere al global warming? Per le piante è una questione genetica

    L’ultimo lavoro di Matthew Fitzpatrick, ricercatore presso la University of Maryland, indaga il modo in cui piante ed alberi si preparano ad affrontare la grande sfida del nostro secolo: quella dei cambiamenti climatici. Di fronte all’incedere, apparentemente inarrestabile, di un fenomeno che con sé porta ripercussioni con cui anche l’uomo comincia, seppur lentamente, a fare […]

  • Continua il prosciugamento del Lago d’Aral: perso anche il lobo orientale

    Continua il prosciugamento del Lago d’Aral: perso anche il lobo orientale

    Il lago d’Aral, esteso lago dell’Asia centrale situato alla frontiera tra l’Uzbekistan e il Kazakistan, è un bacino ‘endoreico’, spesso chiamato impropriamente ‘Mare’ di Aral. Impropriamente, perché non ha emissari che lo colleghino direttamente con l’Oceano, ma soltanto due immissari, i fiumi Amu Darya e Syr Darya. Oggi è un bacino in via di estinzione, […]

  • Lo scioglimento dell’Artico non ostacola la Corrente del Golfo

    Lo scioglimento dell’Artico non ostacola la Corrente del Golfo

    La fusione dell’Artico non è la causa principale della diminuzione di salinità nelle acque dei mari del Nord. E’ la Corrente del Golfo, semmai, che ha portato meno sale. Questo è quanto afferma un nuovo studio, pubblicato su Nature Geoscience, con cui viene documentato che il motivo della diminuzione di temperatura dei freddi mari settentrionali, […]

  • Estinzione di faune nell’Antico Egitto dovuta ai cambiamenti climatici

    Estinzione di faune nell’Antico Egitto dovuta ai cambiamenti climatici

    Le raffigurazioni di animali in antichi manufatti egizi hanno aiutato gli scienziati a raccogliere una dettagliata massa di dati sui grandi mammiferi che hanno vissuto nella Valle del Nilo nel corso degli ultimi 6000 anni. Una analisi di questa messe di dati dimostra che le estinzioni delle specie, probabilmente causate da un clima divenuto più […]

  • Mappe globali sulle emissioni di anidride carbonica 

    Mappe globali sulle emissioni di anidride carbonica 

    I leaders del mondo intero stanno affrontando molti ostacoli nei loro sforzi per giungere ad un accordo sulle politiche da adottare a proposito delle emissioni di gas serra. Secondo i ricercatori della Arizona State University (ASU), senza valutazioni adeguate, con i dati sulle emissioni resi singolarmente da ogni paese, ma nell’insieme gravanti sul comune deterioramento […]

  • Livello del mare in Antartide sale più del tasso medio di crescita globale

    Livello del mare in Antartide sale più del tasso medio di crescita globale

    Da una nuova analisi dei dati satellitari degli ultimi 19 anni si apprende che l’apporto di acqua di fusione dei ghiacciai ha provocato un aumento di livello del mare lungo le coste dell’Antartide di oltre 8 centimetri rispetto ai 6 centimetri della media globale. I ricercatori dell’Università di Southampton, in una campagna di studi condotta in stretta collaborazione […]

  • Minimi cambiamenti del ghiaccio fanno cambiare il clima

    Minimi cambiamenti del ghiaccio fanno cambiare il clima

    Gli scienziati hanno scoperto che piccole fluttuazioni nelle dimensioni delle calotte glaciali durante l’ultima era glaciale sono probabilmente state sufficienti per innescare cambiamenti climatici improvvisi. Il team, che comprendeva ricercatori dell’Università di Cardiff, ha confrontato i dati delle simulazioni al computer con i dati forniti dalle carote di ghiaccio e dai sedimenti marini, nel tentativo […]

  • Attività solare e clima durante l’ultima Era glaciale

    Attività solare e clima durante l’ultima Era glaciale

    Perchè avvennero le glaciazioni? Si trattò di un evento occasionale, sia pure durato milioni di anni, imputabile ad una causa ben precisa oppure fu una serie concomitante di fattori che agirono in un’unica direzione, convergendo verso il drammatico e gelido scenario? Chi individua nelle fluttuazioni dell’attività solare l’unica responsabilità di questi lunghi periodi di grande […]

  • Ghiacciai: attività antropiche causano la perdita di ghiaccio

    Ghiacciai: attività antropiche causano la perdita di ghiaccio

    Grazie alla combinazione tra modelli climatici e osservazione diretta dei ghiacciai, alcuni scienziati, guidati da Ben Marzeion, climatologo dell’Università di Innsbruck, hanno trovato le prove inequivocabili della perdita di massa dei ghiacciai negli ultimi decenni per effetto delle attività umane. In un articolo pubblicato su Science, i ricercatori riferiscono che circa un quarto della fusione […]

  • Riscaldamento globale: formiche alleate contro anidride carbonica

    Riscaldamento globale: formiche alleate contro anidride carbonica

    Sono piccole, ma non per questo non hanno un grande impatto sull’ecosistema. Sono le formiche, che secondo un recente e provocatorio studio potrebbero essere un grande alleato dell’uomo contro i cambiamenti climatici. Una ricerca dell’Arizona State University ha infatti trovato che le formiche hanno un ruolo importante nel sequestro dell’anidride carbonica. La ricerca è stata […]

  • Acidificazione e riscaldamento: una minaccia per le specie del Mar Mediterraneo

    Acidificazione e riscaldamento: una minaccia per le specie del Mar Mediterraneo

    Una ricerca dell’Istituto di Scienza e Tecnologia Ambientale della Universitat Autonoma de Barcelona sostiene che l’acidificazione e il riscaldamento delle acque del Mar Mediterraneo dovuti alle emissioni di CO2 nell’aria, minacciano seriamente la biodiversità del nostro mare. La biodiversità del Mediterraneo è una grandissima fonte di reddito, per la pesca e per il turismo. Patrizia […]

  • Clima: l’unica soluzione è la riduzione delle emissioni

    Clima: l’unica soluzione è la riduzione delle emissioni

    Un nuovo rapporto di alcuni scienziati dell’Università della California, Los Angeles (UCLA) e di altre cinque Università, dopo aver preso in esame svariati studi per ridurre gli effetti del riscaldamento globale visionando numerose proposte di ingegneria climatica, conclude che purtroppo, davanti a molte scelte da compiere, la via da percorrere è solo una: ridurre le […]

  • Ghiacciai italiani scesi del 60% dal 1980, si difendono con ‘scudo’ di sassi

    Ghiacciai italiani scesi del 60% dal 1980, si difendono con ‘scudo’ di sassi

    Drammatica la situazione dei ghiacciai italiani, che aumentano si numero solo a causa della frammentazione e riducono la propria superficie del 60% dal 1980 ad oggi. Lo studio è stato pubblicato dall’Università degli Studi di Milano, Levissima, Ev-K2-CNR e con il supporto scientifico del Comitato Glaciologico Italiano. Sono 896 i corpi glaciali oggi presenti sulle montagne […]

  • Ghiacciai italiani: riduzione del 40% negli ultimi 30 anni

    Ghiacciai italiani: riduzione del 40% negli ultimi 30 anni

    E’ stato realizzato il terzo catasto dei ghiacciai italiani. Lo studio condotto dall’Università  degli Studi di Milano e da Levissima, in collaborazione con Ev-K2-CNR e il contributo del Comitato Glaciologico Italiano, ha lo scopo di monitorare l’area dei ghiacciai sulle Alpi e dell’unico ghiacciaio appenninico in Abruzzo, allo scopo di esaminare le tendenze e eventualmente delineare […]

  • Venti oceanici mantengono fredda l’Antartide e asciutta l’Australia

    Venti oceanici mantengono fredda l’Antartide e asciutta l’Australia

    Una ricerca condotta dalla New Australian National University (ANU) spiega perché, a causa dei venti oceanici, l’Antartide non si sta riscaldando tanto quanto gli altri continenti e perché nel Sud dell’Australia si stia registrando una marcata siccità. I ricercatori hanno scoperto che livelli crescenti di anidride carbonica nell’atmosfera stanno rafforzando i tempestosi venti dell’Oceano Meridionale, […]

  • Antartide: ghiacciai al collasso, allarme innalzamento livelli del mare

    Antartide: ghiacciai al collasso, allarme innalzamento livelli del mare

    Un ghiacciaio dell’Antartide occidentale , che contiene acqua sufficiente per far innalzare il livello dei mari in tutto il pianeta di diversi metri, si sta assottigliando. Gli scienziati hanno messo in guardia sulla situazione, prevedendo che un collasso potrebbe avvenire, ma senza conoscere i tempi con precisioni, ipotizzando con più probabilità un collasso improvviso fra i 200 e […]